Nazionale di Calcio San Marino

19 Novembre 2019

Dove mangiare a Rimini
Dove dormire a Rimini
Aziende e servizi a Rimini
Spiagge e bagnini a Rimini
Annunci a Rimini
Annunci a Rimini
Annunci a Rimini
Annunci a Rimini

San Marino. Truffa al Meeting. Tommaso Torri di NQ Rimini San Marino

Tommaso Torri di NQ Rimini San Marino:  Inchiesta delle Fiamme Gialle porta alla luce bilanci non veritieri. Il ruolo di una società controllata del ramo pubblicità /
Truffa e sequestri per 1,2 mln /
Indagati tre alti dirigenti e la Fondazione, sigilli alla sede riminese.
Nei guai per i contributi ricevuti da Stato, Regione, Provincia e Cciaa

 (…) A finire indagati sono
stati il legale rappresentate
Massimo Conti, il direttore generale,
Sandro Ricci, il responsabile
amministrativo, Roberto
Gambuti, e la Fondazione
come persona giuridica

(…) Secondo quanto
è stato ricostruito dalla
Guardia di Finanza di Rimini,
gli indagati avrebbero addomesticato
ad arte il rendiconto
della Fondazione (che in
quanto tale non è obbligata a
presentare un bilancio), in
maniera tale da far figurare un
passivo nel biennio 2009-
2010. Con i conti in rosso, gli
amministratori della Fondazione
erano riusciti a far cadere
in errore la Regione Emilia
Romagna, l’Agenzia Marketing
turistico della riviera di
Rimini (ente della Provincia di
Rimini), la Camera di Commercio
di Rimini e il Ministero
dei Beni ed Attività Culturali e
ad accedere ai contributi erogati
da questi enti che, per legge
o regolamento, possono distribuire
versamenti esclusivamente
a manifestazioni prive
di utile o avanzi di gestione.
Nel corso delle indagini, partite
da un’attività di verifica fiscale
effettuata dal Nucleo di
polizia tributaria delle Fiamme
Gialle di Rimini nei confronti
della Fondazione, in
particolare è stato accertato
che il Meeting aveva stipulato
uno specifico contratto, con
una propria controllata, per la
raccolta delle sponsorizzazioni
per lo svolgimento della
manifestazione annuale di Cl a
Rimini. La società in questione,
la Evidentia Communication
Srl con sedi a Milano e a
Rimini e controllata al 100%
dalla Fondazione, per sponsorizzazioni
fino a 5 milioni di
euro girava l’85% al Meeting
trattenendo il 15% come commissione.
Per sponsorizzazioni
superiori, la percentuale era
variabile al fine di addomesticare
i rendiconti. Nel 2009, infatti,
la Evidentia aveva girato
solo il 71% di quanto raccolto,
in maniera tale da far diminuire
gli introiti della Fondazione
e generare una perdita fittizia,
con la differenza che rimaneva
comunque sempre nelle casse
del Meeting. Un secondo metodo
per generare delle perdite,
scoperto dalla Finanza, era
quello di gonfiare a dismisura i
costi per la pubblicità. L’i n d agine
ha permesso di scoprire
che la Fondazione aveva acquistato
delle pagine pubblicitarie
(22 in 4 mesi) sul mensile
CDO (della Compagnia delle
Opere) pagandole 120mila euro.
Da un raffronto con i listini
dei prezzi, applicati ad altri inserzionisti,
è emerso che la
stessa quantità di pubblicità
aveva invece un valore di
50mila euro. Per l’accusa, il legale
rappresentate, il direttore
generale e il responsabile amministrativo
hanno avuto, a
vario titolo, precise responsabilità
nell’ideare e mettere a
punto il sistema che ha permesso
alla Fondazione Meeting
di ottenere contribuzioni
illecit
e. (…)

Libertas.sm – RSS Feed

10 visualizzazioni