Nazionale di Calcio San Marino

23 Febbraio 2020

Dove mangiare a Rimini
Dove dormire a Rimini
Aziende e servizi a Rimini
Spiagge e bagnini a Rimini
Annunci a Rimini
Annunci a Rimini
Annunci a Rimini
Annunci a Rimini

San Marino utilizzato dai narcotrafficanti Colombia Spagna Italia

Da repubblica.it: Droga, maxi blitz con 58 arrestati, la coca nei tappeti dalla Colombia /L’operazione della Dda di Milano ha coinvolto gran parte della Lombardia, La Spezia e Reggio Calabria. Un corriere perse per strada sei chili di polvere bianca e la recuperò seguendo la scia come Pollicino

Cinquantotto persone sono finite in carcere durante un’operazione antidroga dei
carabinieri e della guardia di finanza che coinvolge le province di Milano,
Monza e Brianza, Brescia, Bergamo, Varese, Cremona, La Spezia e Reggio Calabria.
Le accuse sono di “associazione per delinquere finalizzata al traffico
internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi,
riciclaggio e ricettazione”
.
(…) Al vertice dell’organizzazione c’erano Francesco e Sergio Giovinazzo, padre e
figlio rispettivamente di 62 e 42 anni, entrambi con precedenti, originari della
Locride ma residenti a La Spezia. Secondo

gli investigatori erano loro a gestire
l’importazione della droga dalla Spagna verso l’Italia e il riciclaggio del
denaro proveniente dalla vendita, che attraverso un complicato giro di
triangolazioni bancarie passava dalla penisola iberica alla Svizzera, per poi
finire a San Marino e infine tornare in Italia. I due sono stati notati anche
per lo stile di vita al di sopra delle loro possibilità (dimostrato dalle auto
di lusso in loro possesso) in relazione a quanto dichiarato ufficialmente.
Nonostante fossero nullatenenti, gli uomini ddella guardia di finanza hanno
individuato un flusso di oltre 2 milioni di euro e provveduto al sequestro di
attività commerciali e beni immobili nelle loro disponibilità. A intrattenere i
rapporti con i narcos colombiani e a gestire la vendita sul territorio nazionale
erano Giuseppe Scordo, di 34 anni, e Antonello Fanuzza, di 47. La loro base era
a Cesano Boscone (Milano), da dove erano vendute le partite al dettaglio per le
piazze di Affori, Lorenteggio e dell’hinterland del capoluogo lombardo
.
Libertas.sm – RSS Feed

10 visualizzazioni